top of page

Concorso scolastico su “La libertà di informazione”: vince una scuola siciliana

Le scuole italiane che si sono misurate sul tema libertà di informazione a Roma, premiate dal ministro della Pubblica istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara e dal presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Bartoli. Successo della ‘Pirandello‘ di porto Empedocle.
libertà di informazione

Sono state numerose le scuole italiane che si sono misurate sul tema ‘La libertà di informazione nel processo di crescita dei giovani’. I vincitori del concorso, indetto dal Ministero dell’Istruzione e del Merito congiuntamente con l’Ordine Nazionale dei Giornalisti, sono stati premiati a Roma dal Ministro Giuseppe Valditara e dal presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Bartoli. Studentesse e studenti, individualmente o in gruppo, sono stati invitati a produrre lavori, sotto forma di testo scritto o di elaborato grafico-pittorico o multimediale. Nell’affrontare il tema del concorso, si richiedeva di sottolineare l’importanza del processo di costruzione delle idee e dei valori di una persona e di una collettività, a partire dal principio della libertà di informazione e di libera manifestazione del pensiero, così come sancito dall’art. 21 della Costituzione, e con esplicito riferimento all’Ordine dei giornalisti, del quale quest’anno ricorre il 60° anniversario.


Vincitori sono risultati l’ICS “Pirandello” di Porto Empedocle (Agrigento), con il lavoro di gruppo sulle fake news a cura di Marialuce Firetto, Hassine Sfar, Andrea Bennici, Fabiana Tallarico, con la docente Rita Baio, e l’IIS “Oliveti Panetta” di Locri (Reggio Calabria), con un’inchiesta sull’omicidio del professor Francesco Panzera, effettuata dagli studenti Francesca Albanese, Cristian Carrozza, Domenico De Leo, Davide e Giuseppe Franco e Rocco Simone, con la supervisione delle docenti Immacolata Aversa e Maria Vittoria Valenti. Menzioni speciali all’ICS di Aprigliano (Cosenza), in particolare gli studenti Maria Serena Le Pera, Mario Petrone, Niccolò Rendace e Jasmine Annamaria Scarcello, e la docente Stefania Alessio; al Liceo Classico “Augusto” di Roma, grazie al lavoro individuale di Valerio Castellotti; al Polo Liceale “Sylos Fiore” di Terlizzi (Bari), nella specie agli studenti Tiziana Cipriani, Federica Del Vecchio, Alessia Ruggiero, Anita Tangari, e ai docenti Annamaria e Deborah Altomare; all’ICS “Giulianova 2” (Teramo), e, dunque, agli studenti Ludovica Cianella, Carola De Iuliis, Ludovica Di Donato, Maria Clara Ettorre, Marco Tafà, e ai docenti Federica Del Vecchio e Francesca Pistilli.


Il futuro dell’informazione libera passa dalla scuola: oggi al MIM abbiamo premiato decine di studenti da tutta Italia che si sono distinti per la bellezza e l’originalità dei loro elaborati giornalistici. Grazie alle scuole che hanno partecipato, agli studenti, ai docenti e ai dirigenti scolastici, consapevoli che libertà, correttezza e spirito critico sono il lievito di una società democratica”, ha dichiarato il ministro Valditara, nel corso della cerimonia di premiazione. Gli studenti sono stati anche ricevuti dal direttore del Corriere dello sport, Alessandro Barbano, presso la sede del quotidiano.


libertà di informazione

Il futuro dell’informazione libera passa dalla scuola. Abbiamo premiato decine di studenti da tutta Italia che si sono distinti per la bellezza e l’originalità dei loro elaborati giornalistici”, dice il ministro, Giuseppe Valditara

コメント


bottom of page