top of page

Felicità: il debutto registico di Micaela Ramazzotti

Alla Mostra del cinema di Venezia arrivano le donne di Ramazzotti, anime fragili in cerca della felicità
Felicità Micaela Ramazzotti

L’80esima edizione della Mostra del cinema di Venezia vede una forte presenza di film italiani e lo sciopero di Hollywood non sembra essere la ragione di tale successo.


La varietà delle tematiche trattate in Italia si sta sempre più ampliando: ne è esempio “Felicità” (dal 21 settembre al cinema), film d’esordio alla regia di Micaela Ramazzotti. Desirè (Micaela Ramazzotti) lavora come parrucchiera sui set cinematografici ed è una donna fragile della cui ingenuità si approfittano molte delle persone che la circondano: il padre (Max Tortora) è un uomo affamato di soldi che, senza scrupoli, le fa firmare un contratto con gli strozzini; la madre (Anna Galiena) la umilia continuamente, considerandola inetta ed egoista, ed i colleghi di lavoro la chiamano “bicicletta” perché “tutti ci hanno fatto un giro”. Desirè non trova sostegno neanche nel fidanzato (Sergio Rubini), un professore dotato di grande cultura ma che non perde occasione per farla sentire inferiore. L’unica persona che merita l’amore di Desirè è suo fratello Claudio (Matteo Olivetti), il quale tenterà il suicidio in seguito ad una grave forma di depressione. Tra i due vi è un rapporto simbiotico molto forte e lei farà di tutto per cercare di allontanarlo dall’ambiente famigliare tossico; infatti, i genitori non fanno altro che sottovalutare la depressione del figlio definendola “un capriccio giovanile”.


Ramazzotti, dunque, scrive e dirige il film portando su schermo un tema tanto delicato quanto trascurato in Italia, ponendo alla base l’importanza dei rapporti umani e dei conflitti che inevitabilmente ne scaturiscono. Seppur si tratti del suo primo lavoro dietro la cinepresa si riconosce il timbro di Ramazzotti, complice il fatto che le donne da lei interpretate sono sempre anime fragili, dolci, con un passato travagliato e in cerca della strada della felicità. “In tutte le case di questo momento c’è una Desirè che sta vivendo un momento difficile”, dichiara la regista.


“In tutte le case c’è una Desirè che sta vivendo un momento difficile”

Micaela Ramazzotti

Comments


bottom of page