top of page

I PCTO, percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, nella secondaria di secondo grado

I PCTO, conosciuti come ‘alternanza scuola-lavoro’, sono una modalità didattica per testare ed ampliare le competenze degli studenti e ad orientarli ad un percorso universitario o professionale. Il contesto lavorativo è messo a disposizione dalla ‘azienda partner’ 
PCTO orientamento

I Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO) nel sistema d’istruzione, rappresentano il tentativo di integrare l’esperienza scolastica degli studenti con quella lavorativa, a partire dalle specifiche vocazioni produttive del singolo territorio.


Conosciuti con il termine “Alternanza scuola-lavoro” (con riferimento alla legge 107 del 2015), i PCTO sono una modalità didattica che attraverso l’esperienza in un contesto lavorativo, mira a testare ed ampliare le conoscenze e le competenze degli studenti e ad orientarli nella futura scelta di un percorso universitario o professionale. Il contesto lavorativo è quello messo a disposizione dalla ‘azienda partner’ che può elaborare un vero e proprio stage e mettere a disposizione un tutor interno, ossia un tecnico della stessa azienda che illustra i processi produttivi, dalla materia prima, al prodotto finito, fino alla fase della commercializzazione. Al tutor aziendale, si affianca il tutor scolastico (docente della classe): i due devono essere in grado di operare in sinergia. 


Il PCTO è obbligatorio e si colloca nell’ultimo triennio della scuola secondaria di secondo grado, secondo un modello già sperimentato da anni in numerosi Paesi europei: queste esperienze sono integrate nel percorso di studi, e attribuiscono i cosiddetti ‘crediti scolastici’. Agli studenti viene richiesto anche di descrivere l’esperienza che stanno vivendo e di esprimere una valutazione degli aspetti che si sono evidenziati nell’ambito delle mansioni svolte e in che misura ritengono di aver realizzato una crescita umana e relazionale. Il tutor scolastico, da parte sua, dovrà motivare la scelta di quella particolare realtà produttiva per dare attuazione al PCTO; dovrà anche indicare gli obiettivi di partenza e quelli effettivamente raggiunti.


Non bisogna ignorare che anche per le aziende si presentano vantaggi rilevanti come, ad esempio, la possibilità di individuare studenti particolarmente capaci ai quali proporre nuovi stage al termine del conseguimento del titolo scolastico. Si realizza in effetti una preselezione per un successivo e concreto avviamento al lavoro. Nella realizzazione dei PCTO il ruolo dei Consigli di Classe e dei Dipartimenti disciplinari è fondamentale per garantire la coerenza rispetto a quanto riportato nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa. Tocca ai Consigli di classe tradurre in una valutazione l’esperienza del PCTO di cui rimane traccia nell’attestazione della competenza riportata nel diploma finale.


C’è La possibilità di individuare studenti capaci ai quali proporre nuovi stage al conseguimento del titolo scolastico. Una preselezione per un successivo avviamento al lavoro. Nella realizzazione dei PCTO il ruolo dei Consigli di Classe e dei Dipartimenti disciplinari è fondamentale

Comments


bottom of page