top of page

La corretta alimentazione: un rimedio efficace all’eccessivo senso di stanchezza


L'arrivo della primavera è uno dei periodi più attesi dell'anno perché le giornate si allungano, le temperature sono più miti e si inizia a progettare per l'arrivo dell'estate. Ma come in ogni cambiamento climatico, il nostro corpo è chiamato ad affrontare uno "stress fisiologico". Per la precisione, l'organismo va incontro ad un dispendio di energie più alto del solito per adeguarsi al nuovo ritmo giorno/notte. Tutto ciò si traduce in un senso di stanchezza eccessivo che, per gli studenti vuol dire maggiore distrazione, svogliatezza, calo della concentrazione e della memoria. Una difficoltà di carattere fisico/mentale che coincide con uno dei periodi in cui si è chiamati a puntare al miglior rendimento prima che si chiuda l'anno scolastico.


Ed allora come fare per superare questa fase di calo?

Secondo gli esperti la base dalla quale bisogna partire è quella della corretta alimentazione. Così facendo si potranno fornire al cervello i nutrienti necessari per rimettersi in moto. Spazio in primis alle vitamine del gruppo B e C che aiutano a utilizzare in modo più efficace l'energia prodotta dall'organismo e coordinano l'attività delle cellule nervose. Le vitamine del gruppo B hanno la funzione di convertire i grassi e i carboidrati in energia per il cervello, mentre quelle del gruppo C contrastano la formazione dei radicali liberi prevenendo i deficit cognitivi. La prima colazione è il pasto più importante per iniziare al meglio la giornata, per cui è opportuno inserire della frutta accanto a quello che si è soliti mangiare in modo da far scorta di vitamine. Secondo alcune ricerche scientifiche, gli studenti che saltano la colazione hanno maggiori difficoltà nell'apprendimento e nella concentrazione.



Per il resto della giornata, ovvero per il pranzo e per la cena, si devono inserire nell'alimentazione tutti i prodotti a base delle vitamine sopra elencate. Ed allora ecco una lista che può essere utile in tal senso. Per le vitamine del gruppo B via libera a uova, latte, yogurt, carni come ad esempio il pollo, il manzo o il tacchino. E poi il pesce, come il salmone e il tonno. Le vitamine del gruppo C invece si possono trovare negli agrumi, nei pomodori, nei kiwi e nella verdura verde.

Per quanto riguarda gli spuntini sono sconsigliate le merendine confezionate. Se proprio non resistete a qualcosa di dolce, meglio le torte e i biscotti fatti in casa. Per il resto, non fatevene una colpa se questo periodo vi mette in maggiori difficoltà, considerate che è una risposta fisiologica del corpo e che non durerà sempre.

Commentaires


Les commentaires ont été désactivés.
bottom of page