top of page

Le FAQ delle procedure straordinarie del prossimo concorso

Domande, risposte e informazioni utili sulle procedure straordinarie del prossimo concorso che chiude una lunga stagione di precariato.
procedure straordinarie concorso

D – Con quale scala di punteggi sarà valutata la prova dei candidati?

R – Il Ministero indica una valutazione riferita a 250 punti (servizio 100, prova orale metodologico-didattica 100, titoli valutabili 50). Nelle riunioni tenutesi presso il Ministero lo Snadir ha sempre insistito affinché sia data rilevanza al servizio scolastico prestato.


D- E’ necessaria l’idoneità all’irc per la partecipazione al concorso ordinario e alla procedura straordinaria?

R – L’attestazione dell’idoneità all’insegnamento di religione cattolica è una prerogativa dell’ordinario diocesano. Tale idoneità va rilasciata in occasione della procedura di concorso, ordinaria e straordinaria, nell’arco di tempo dei novanta giorni precedenti alla data di scadenza di presentazione della domanda, L’attestazione dovrà specificare sia la diocesi sia il grado di scuola per cui si concorre (infanzia,  primaria, secondaria I grado, secondaria II grado).


D – Il candidato conoscerà in anticipo la traccia in base alla quale svolgere la prova orale metodologico-didattica?

R – Nella procedura straordinaria il candidato conoscerà la traccia 24 ore prima di svolgere la prova orale didattico-metodologica. Lo Snadir ha chiesto che sia data la possibilità al candidato di ricevere la traccia tramite e-mail, qualora il/la candidato/a non possa assicurare la presenza il giorno dell’estrazione della stessa.


D – E’ possibile partecipare alla procedura straordinario con il solo diploma di “scuola magistrale”?

R – Sì. Tuttavia il candidato che partecipa con il solo diploma di “scuola magistrale”, conseguito entro l’a.s. 2001/2002, potrà ottenere la nomina a tempo indeterminato solo nella scuola dell’infanzia.


D – Quali docenti potranno far parte delle Commissioni d’esame?

R – La bozza di decreto prevede la nomina di commissari “titolari di insegnamento pertinente”. Lo Snadir ha chiesto che delle Commissioni d’esame facciano parte, prioritariamente, gli insegnanti di religione che abbiano maturato una anzianità di servizio di ruolo di almeno cinque anni. Anche i docenti già in pensione possono fare domanda per essere commissari.


D – Al fine di avere maggiori possibilità di un esito favorevole, è possibile fare domanda di partecipazione alla procedura straordinaria in più Regioni o in più diocesi?

R – No. La scelta dovrà essere per una sola Regione e una sola diocesi


procedure straordinarie concorso
L’attestazione dell’idoneità all’insegnamento di religione cattolica è una prerogativa dell’ordinario diocesano. Snadir ha chiesto che delle Commissioni facciano parte insegnanti di religione con almeno cinque anni di servizio. 

bottom of page