top of page

Lo Snadir ha vinto la sua battaglia: pubblicati i bandi della procedura straordinaria!

bandi procedura straordinaria

Cari colleghi, care colleghe, 


il giorno che tanto aspettavamo è arrivato: sono stati pubblicati i due bandi della procedura straordinaria per l’assunzione in ruolo di 4.500 docenti di religione con la sola prova orale didattico-metodologica non selettiva e la conseguenziale predisposizione delle graduatorie fino a totale esaurimento.


Un risultato che è assolutamente e senza dubbio alcuno da attribuire alla tenacia dello Snadir che sin da dicembre 2019 si è opposto all’iniquo concorso ordinario per tutti i docenti di religione precari.


Lo Snadir si è battuto con tutte le sue forze e ha vinto la battaglia del gennaio 2022 quando la Corte di Giustizia Europea ha intimato al Governo del nostro Paese, con una sentenza inappellabile, di cancellare il precariato nella scuola. Successivamente, a giugno 2022, la prima sentenza di Cassazione riguardante la riqualificazione dei contratti dei precari di religione con oltre 36 mesi di servizio condannava il Ministero dell’istruzione al risarcimento del danno e a provvedere con uno strumento normativo alla cancellazione del precariato degli insegnanti di religione. A questa sentenza sono seguite altre 42 favorevoli più le 3 “per abbandono” del contenzioso da parte del MIM. Sempre nel giugno 2022 dall’allora Governo Draghi fu approvato l’emendamento 47.14 al D.L. 36/2022, che ha introdotto la procedura straordinaria per i precari di religione con almeno 36 mesi di servizio, la sola prova orale didattico-metodologia e la graduatoria ad esaurimento.

 

Nei mesi successivi la definizione della procedura straordinaria è stata efficacemente portata avanti dallo Snadir in collaborazione con il Ministro Valditara e i funzionari del ministero dell’istruzione per assicurare a tutti i docenti di religione precari uno strumento rispettoso dei loro diritti.

 

In questo successo, che pone il sigillo ai trent’anni di storia della nostra organizzazione sindacale, il vero GRAZIE che scriviamo a caratteri cubitali, concreto e reale, è per i docenti di religione; per voi lavoratori della scuola e per il vostro prezioso lavoro per i nostri studenti. 


Ad maiora! 

Comments


bottom of page